Apertura Conto Corrente

L’apertura di un conto corrente è un operazione particolarmente semplice. Nel caso di apertura in filiale occorre portare con se un documento di riconoscimento e il codice fiscale, il tutto in corso di validità. Quindi prendere visione del documento di sintesi e del foglio informativo del conto corrente di interesse, segue la firma del contratto relativo. Il documento di sintesi riporta in maniera schematica e di facile comprensione le caratteristiche salienti del conto corrente considerato.

Nel caso di conto corrente online, presa visione del documento di sintesi e del foglio informativo corrispondente, occorre compilare gli appositi campi dal loro sito con i propri dati personali. Al termine di questa operazione viene generato il contratto, da stampare, firmare e spedire, insieme a una fotocopia di un documento di riconoscimento e del codice fiscale, all’indirizzo indicato, preferibilmente tramite posta raccomandata. Si procede successivamente per le norme antiriciclaggio all’identificazione del titolare, ciò può essere fatto in due maniere. Se si è titolare di un altro conto corrente è sufficiente ordinare un bonifico verso il nuovo conto corrente inserendo la causale indicata. Alternativamente occorre presentarsi di persona presso una filiale oppure un negozio finanziario collegato alla banca in oggetto, come da indicazione di quest’ultima.

La chiusura del conto corrente in essere si può fare in qualsiasi momento e senza spese, ciò vale anche per l’eventuale deposito titoli associato. La chiusura del conto può essere fatta direttamente in filiale oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, ricordando di richiedere il rendiconto finale e di indicare la modalità di riscossione del saldo residuo, oltre alla nuova collocazione dell’eventuale deposito titoli. Normalmente la nuova banca si propone a titolo gratuito del trasferimento completo del conto corrente, ossia comprensivo tra l’altro di eventuali utenze domiciliate, RID, e portafoglio titoli.

Si precisa inoltre che nel caso di cambiamento unilaterale delle condizioni contrattuali il cliente deve essere avvisato dalla banca almeno 30 giorni prima, riservandosi poi il diritto, entro 60 giorni, di recedere dal rapporto alle vecchie condizioni vigenti.